Liner: la calza in fibra di vetro per gli interventi no-dig

Il metodo del risanamento no-dig delle tubazioni sotterranee prevede l’inserimento di una guaina (denominata calza) realizzata in fibra di vetro che viene precedentemente impregnata con una resina e in seguito inserita nella condotta danneggiata, permettendo la ricostruzione ex novo della tubazione. Il materiale che costituisce la calza è una fibra di vetro bi-strato, una parte intrecciata e l’altra lavorata con micro particelle cave: la combinazione dei due strati permette di ottenere una notevole riduzione del peso della guaina stessa. Inoltre, grazie alla presenza delle fibre, viene conferita una buona solidità alla struttura finale. Per quanto riguarda le resine, si tratta di sostanze in due componenti con base in silicato di potassio o epossidica. I tempi di indurimento variano a seconda dei diversi tipi di resina, da un'ora e mezza a due ore e mezza. Il tempo di fluidità (tempo di messa in opera) dipende dal tempo di indurimento: attraverso un riscaldamento o un raffreddamento è possibile intervenire sul tempo di fluidità e indurimento, rendendoli più brevi o più lunghi a seconda delle necessità.

I nostri Servizi

  • Risanamento delle condotte con tecnologia sliplining
  • Autospurgo delle condotte idrico-fognarie
  • Sostituzione tubazioni e condotte per frantumazione – pipe bursting
  • Risanamento con tecnologia cipp
  • Video-ispezione delle condotte
  • Rigenerazione dei pozzi con tecnologia hydropuls
  • Impermeabilizzazioni con polyurea